Un angelo di papà

Questa è la fiaba su misura alla quale sono maggiormente legata, perché in parte riflette sentimenti da me provati.

E’ stata scritta per un bambino di soli 2 anni, a cui è mancato il papà per la stessa malattia del mio.

Come spiegare a un bambino le dinamiche della vita?

Come provare a impedire che il senso di vuoto lo accompagni per sempre?

Ho scelto una grafica super colorata, per sfatare il mito che vuole nera la morte.

Perché? Perché avendo vissuto la morte di mio padre… da spettatrice impotente, con la maturità di oggi so che in caso di malati terminali la morte è libertà e la libertà è colore. Il colore che ha accompagnato la vita, se pur breve.

Grazie ad una simpatica scimmietta di peluche, il protagonista della fiaba apprende la formula dell’esistenza: si nasce, si cresce e si muore…e quando arriva la propria ora, la morte non è una cosa cattiva, ma un ultimo viaggio verso un vero e proprio paradiso. Ho scelto di regalare al “mio piccolo protetto” (sono stata mandata dal suo angelo) un piccolo fiore in carta seminabile. Rappresenta il girasole che nella fiaba pianta insieme alla sua scimmietta e alla mamma. Il girasole simbolo di luce e amore. Insieme alla sua mamma pianteranno davvero questo piccolo fiore, con l’augurio di sbocciare: crescere sereno e felice come tutti i bambini.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...