Cosa intendiamo per cibo naturale e alimentazione naturale.

cibo-e-bevanda-immagine-animata-0108

Un cibo vegetale o animale è naturale se ottenuto senza alcun ausilio tecnologico. Assieme agli alimenti assumiamo anche l’ energia, “vitale” tipica delle forme viventi. Raffinazione pesticidi manipolazioni riducono l’ apporto nutrizionale ed energetico.

Il cibo è lo strumento più semplice e immediato per determinare lo stato della propria salute presente e futura, ed è per questo che è primaria l’importanza di una sana e corretta alimentazione. L’alimentazione naturale risponde a queste caratteristiche perché attenta ai nutrienti fondamentali che consumiamo, con alimenti completi ed integrali, non raffinati e privi di sostanze nocive per l’organismo.

Per alimentazione naturale si intende l’utilizzo e l’associazione controllata di cibi ricchi dal punto vista nutritivo, pieni di proprietà utili al benessere e alla salute del nostro organismo.

Il nostro corpo ha bisogno di alimenti naturali, legati alla stagionalità, dal colore naturale, sempre alla giusta maturazione, dal sapore semplice e pieno di nutrienti necessari per le funzioni fisiologiche del nostro organismo.

L’utilizzo si riferisce a cibi freschi, di stagione, integrali, biologici, casalinghi e non manipolati;

l’associazione invece si riferisce al corretto accostamento dei nutrienti all’interno dello stesso pasto, per facilitarne la digestione e l’assimilazione, ne consente un’introduzione equilibrata, per un corretto apporto calorico e una completa eliminazione delle scorie metaboliche. In questo modo l’organismo si trova nelle migliori condizioni per mantenere il suo equilibrio vitale.

CIBI NATURALI:

Si può definire naturale un cibo vegetale o animale se ottenuto senza alcun ausilio tecnologico. Quindi vegetali cresciuti senza concimi che non siano altro che letame o cibo-e-bevanda-immagine-animata-0029compostaggio in putrefazione (trasformazione) senza l’utilizzo di alcunché. Analogamente animali allevati utilizzando vegetali coltivati come sopra.

Alimenti siffatti oggi vengono definiti biologici.

Agricoltura biologica e biodinamica

cibo-e-bevanda-immagine-animata-0134Una particolare categoria di cibi biologici sono i cibi biodinamici (vegetali) essi sono coltivati secondo le indicazioni date da  Rudolf Steiner   fondatore dell’antroposofia, e prevedono coltivazioni che tengono conto delle influenze astrali in particolar modo quelle lunari e altre tecniche naturali di arricchimento dei terreni di modo che i campi non siano progressivamente depauperati del prezioso contenuto di oligoelementi e minerali.

ALIMENTAZIONE NATURALE:

Prevede l’utilizzo di alimenti ottenuti come al punto A; si può affermare che l’alimentazione dell’uomo occidentale non sia per nulla naturale in quanto gli alimenti vegetali e animali sono ottenuti facendo ampio utilizzo di tecnologie di vario tipo per es fertilizzanti pesticidi e nel caso di allevamento animale antibiotici e farmaci in generale (consentiti dalla legge) e ormoni (non consentiti).

Inoltre non bisogna dimenticare che assieme agli alimenti, che da un punto di vista energetico rappresentano un concentrato di energia chimica, assumiamo anche un’altra forma di energia, quella “vitale” o pranica o orgonica o vibrazionale che è tipica delle forme viventi ma che gradualmente decade in rapporto al tempo.

Un conto è mangiare un’insalata colta da pochi minuti e altro conto è consumarne una colta da una settimana.

Ad aggravare ulteriormente in senso peggiorativo l’alimentazione sono le manipolazioni tecnologiche operate dall’industria alimentare, per es le raffinazioni che riguardano in particolar modo due categorie di alimenti, i carboidrati e i grassi.

Per quanto riguarda i carboidrati e quindi le farine e gli zuccheri, attraverso la raffinazione vengono eliminate le parti nutrizionalmente più attive, per cui il contenuto in vitamine e minerali e altre sostanze nutraceutiche vengono perse e con esse una rilevante fetta del potere nutrizionale.

I grassi oli e burro, ma specialmente gli oli subiscono una serie di processi chimico fisici che stravolgono completamente le loro originali caratteristiche nutrizionali.

Integrale e Biologico

cibo-e-bevanda-immagine-animata-0068L’alimento integrale è il cibo vero, pieno di proprietà utili al benessere e alla salute del nostro organismo, una ricchezza prodotta direttamente dalla natura. Un cibo naturale è come dovrebbe essere sempre: legato alla stagionalità, dal colore naturale, sempre alla giusta maturazione, dal sapore semplice e pieno di nutrienti necessari per il nostro benessere.

Naturalmente, un alimento integrale è necessario che derivi da coltivazioni biologiche o biodinamiche, dove non sia stato fatto uso di pesticidi, fertilizzanti, antiparassitari di sintesi chimica e altri veleni utilizzati in modo massiccio nell’agricoltura moderna.

cibo-e-bevanda-immagine-animata-0097L’agricoltura biologica, invece, si basa su tecniche agronomiche, su mezzi naturali, fisici e biologici, segue l’influenza della luna, delle costellazioni e ha un suo calendario biodinamico per semine e raccolti. L’agricoltura biologica inoltre garantisce il rispetto dei cicli naturali, delle salite dei suoli delle acque, delle piante e degli animali e assicura un impiego responsabile dell’energia e delle risorse. I prodotti che derivano da coltivazione biologica sono ottenuti solo con sostanze e procedimenti naturali e aiutano a seguire una sana alimentazione perché priva di sostanze e trattamenti chimici. Gli alimenti risultano così genuini e dal sapore e colore autentico.

L’alimentazione integrale garantisce un prodotto che ha mantenuto tutti principi nutritivi che lo caratterizzano, potendo così contare su un valido apporto nutrizionale dell’alimento.

Al contrario per alimento raffinato si intende, un cibo trattato, che ha passato diversi processi industriali, che ha subito spesso aggiunte di conservanti, è stato manipolato così tante volte che non ha più il suo colore e sapore, spesso è stato colto prima della sua maturazione per tempistiche di mercato, ha quindi un sapore plastificato come tanti altri (e come la busta che lo contiene!). Tutti questi processi lo privano quasi totalmente di tutti i nutrienti necessari per il nostro corpo, risultando inutile e spesso dannoso.

L’utilizzo di alimenti modificati, raffinati, conservati, industriali è fonte di apporti non adeguati e squilibrati per il nostro organismo.

Le abitudini alimentari moderne

cibo-e-bevanda-immagine-animata-0153Le abitudini alimentari moderne, sono lontane da questi requisiti, basandosi generalmente su alimenti artefatti, lavorati industrialmente, con aggiunte varie per conservazione e gusto.

Gli alimenti consumati comunemente, nella gran parte dei casi, non presentano più le caratteristiche basilari di nutrienti, riempiono il nostro corpo di calorie “vuote” dal punto di vista nutrizionale, e arricchiscono l’alimentazione di cibi pre-confezionati, pre-cotti, pre-parati che nuocciono al nostro organismo, con apporti non adeguati e squilibrati, e inoltre causano la formazione di residui tossici nell’organismo, che si accumulano nei tessuti e da cui hanno origine la maggior parte delle patologie.

Una cattiva alimentazione, a base di cibi privi di sostanze nutritive utili all’organismo, provoca una notevole sensibilità alle malattie delle alte vie respiratorie, e facilita l’azione dei fattori ambientali nocivi in soggetti predisposti, favorendo la comparsa in età sempre più precoce, delle malattie metaboliche e degenerative, nonché nel propagarsi delle stesse, in modo massivo, in età adulta. cibo-e-bevanda-immagine-animata-0230

Quindi, gli alimenti sono di fondamentale importanza nel ruolo della prevenzione delle malattie, soprattutto ai giorni nostri dove le malattie più diffuse come diabete, obesità, ipertensione arteriosa, malattie cardiovascolari, disturbi del comportamento alimentare, ipercolesterolemia e arteriosclerosi, sono frequenti e si manifestano in età sempre più precoce.

Queste malattie, conosciute come le malattie del “benessere”, sono tutte patologie e disturbi legati essenzialmente ad abitudini nutrizionali squilibrate, adottate sin dall’infanzia, e all’errato stile generale di vita che si è diffuso in questi ultimi decenni.

cibo-e-bevanda-immagine-animata-0011Secondo l’OMS, in Europa, i più importanti fattori di rischio di morte prematura sono infatti associati alle abitudini alimentari e allo stile di vita. Tornare ad una sana, equilibrata, nutriente alimentazione, ricca di fibre e di vegetali freschi, è il miglior modo per mantenere un buono stato di salute e avere un futuro migliore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...