Questo slideshow richiede JavaScript.

Giorno 1 aprile, con i miei bambini abbiamo preso parte alla manifestazione di protesta contro gli abusi psichiatrici, organizzata dal CCDU, che si è tenuta a Firenze.

Voglio riportare alcune mie riflessioni personali su un tema che mi sta particolarmente a cuore, ovvero: le facili diagnosi di disturbi mentali sui bambini.

Vorrei sensibilizzare l’opinione pubblica su quanto sta accadendo nelle scuole italiane, ai danni dei nostri figli.

Una volta a scuola si andava per imparare; oggi, materia di studio, non certo dei bambini, sono i disturbi dell’apprendimento, sostenuti per lo più da false diagnosi. In Italia 170.000 bambini “soffrono” della Sindrome da Iperattività e Deficit dell’Attenzione (ADHD).

Per la psichiatria un bambino troppo vivace è malato e viene marchiato come disturbato mentale.

Vi racconto un’esperienza personale che mi ha lasciata basita. Da madre mi ha terrorizzata. A scuola, tempo fa, un ragazzino di 2° elementare si è messo a chiacchierare con me: “Come ti chiami, cosa fai ecc”. Dopo le mie risposte, ha a sua volta risposto alle mie domande. E lo ha fatto in maniera del tutto normale e senza difficoltà alcuna, né di linguaggio, né di espressione. Mi ha raccontato che stava leggendo il libro I viaggi di Gulliver, il punto in cui era arrivato e ciò che aveva imparato dalla lettura di questo.

Ha poi simpaticamente fatto il calcolo delle mie ore di lavoro in relazione alle mie mansioni, e mi ha addirittura chiesto come potevo svolgere tutto in cosi poco tempo. Cosa, questa, che sfugge a chi sta ai vertici.

Dopo, incuriosita dal fatto che stesse spesso fuori dall’aula e utilizzasse l’aula di sostegno, al rientro della maestra che si era un attimo assentata, ho chiesto come mai lo affiancasse un’insegnante di sostegno. Puntualizzando che mi sembrava molto intelligente. Ho anche domandato se con il programma scolastico fosse in pari. L’insegnante mi ha risposto: “Sì con il programma è avanti. Lui è bravissimo. Solo che è troppo vivace e quindi passa del tempo fuori dalla classe.”

“E’ iperattivo?” – ho chiesto-

“Sì. Ma non ha niente. Sta benone ed è perfettamente sano”. – mi ha risposto –

Perché la società dovrebbe sostenere le teorie psichiatriche, prive di una reale valenza scintifica, e le industrie farmaceutiche, anziché la vivacità di un bambino? E se questa fosse solo un “talento”?

Del resto la psichiatria non è nuova all’inibizione dell’estro. Un numero elevato di artisti, tra scrittori, attori,musicisti, pittori ecc, sono stati ingiustamente sottoposti a torure disumane. E tutto ciò è avvenuto all’interno di una società “sana”.

La manifestazione è stata molto partecipata. Chi volesse saperne di più può leggere i due articoli che ho scritto per il blog di Radio Artista. Di seguito i link:

Firenze: grande partecipazione al corteo di protesta contro gli abusi psichiatrici.

http://blog.radioartista.com/firenze-grande-partecipazione-al-corteo-di-protesta-contro-gli-abusi-psichiatrici/

Firenze, inaugurata la mostra “Psichiatria controllo sociale e violazione dei diritti umani”.

http://blog.radioartista.com/firenze-inaugurata-la-mostra-psichiatria-controllo-sociale-violazione-dei-diritti-umani/

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...