no

“No alla Guerra Si alla Vita – In ricordo di Jacopo” è nato da un concorso letterario* indetto dal Comitato Autori per il Sociale dal titolo: “C’è un altro gioco da inventare, far sorridere il mondo non farlo piangere” (cit. Bertold Brecht), per dire NO alla guerra.Il volume, in uscita nel mese di maggio 2013 con l’ISBN 978-88-98295-08-1, edito da Edizioni C’era una volta, raccoglie poesie e racconti di autori vari
Edizioni C’era una volta condivide la missioni del Comitato Autori per il Sociale e ne ha sposato sin da subito l’iniziativa editoriale, abbinando al libro anche la musica – con un cd appositamente prodotto dalla stessa casa editrice, incluso nel libro e non in vendita separatamente -, consapevoli dell’importanza che questa riveste insieme alla lettura.
Il cd contiene 3 brani dell’autore Marco Reghezza: “In ricordo” che l’autore dedica per l’occasione a Jacopo, “Roundance” già pubblicato da UtOrpheus e la “Fughetta sulle corde vuote” (di prossima pubblicazione).
Il volume si avvale dell’introduzione di Rosa Maria, della nota del Dott. Roberto Ravera di FHM ITALIA e di quella dell’editore. Oltre alla raccolta di POESIE e alla raccolta di RACCONTI , contiene il capitolo “JACOPO LO RICORDIAMO COSÌ…” con alcuni pensieri di chi lo ha conosciuto e amato.
Il libro è dedicato a Jacopo Zorzan, un ragazzo venuto a mancare a soli 16 anni, a causa di un improvviso malore. Carla, la mamma, ha fatto del suo dolore un sorriso per Jacopo e per il mondo, realizzando in memoria del figlio iniziative solidali, quali la borsa di studio Jacopo Zorzan, e adottare a distanza Daniel un ragazzo soldato, della Sierra Leone, attraverso l’associazione che il libro intende sostenere “con la speranza che le nostre voci possano essere un’eco capace di risuonare nell’aria e spezzare le barriere del silenzio” (cit. Rosa Maria)
In copertina aereo Boeing B-29 di Jacopo Zorzan
Jacopo sin da piccolo, ha sempre avuto la passione per i modellini… comprendendo con dispiacere che i suoi velivoli preferiti non erano solo aerei ma vere è proprie armi da guerra. I soldatini, i carri armati e gli aeroplani non erano semplici giochi ma riproduzioni in miniatura di una guerra che nella realtà non divertiva i bambini di quei luoghi coinvolti ma li uccideva. La passione per quei bolidi enormi e lo sgomento per l’uso che ne veniva fatto spinse Jacopo a sperare di poter fare qualcosa. Promise a sé stesso che da grande avrebbe aiutato quelle popolazioni che il mondo, le ideologie, le religioni e la sete di potere opprimevano e distruggevano. (dall’introduzione di Rosa Maria)

Il libro finanzia l’associazione Onlus “FHM ITALIA”, gemella della ONG per le Case Famiglia “FHM Sierra Leone”. FHM ITALIA” è nata principalmente per facilitare un massiccio intervento in favore delle mamme ed i loro neonati, il primo passo nella vita, talvolta tanto difficoltoso in Sierra Leone, dove la mortalità infantile raggiunge cifre non tollerabili (300 su 1000). Ma con il tempo ha esteso i propri progetti (ulteriori info:www.fhmitalia.it).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...